Ti è mai capitato che una bellissima esperienza sessuale fosse rovinata da dolori improvvisi?

Molte donne non riescono a vivere con la serenità necessaria quello che dovrebbe essere un naturale scambio di intimità a causa della dispareunia.

 

Per una vita sessuale piacevole e senza problemi, è importante affrontare ogni momento con tranquillità. Alcune volte però tutto viene interrotto bruscamente da fastidiosi dolori, lancinanti nei casi più gravi.

Cosa succede?

La dispareunia, ossia il dolore che insorge a causa di uno o più rapporti sessuali, può essere causata da diversi fattori.

Si parla di dispareunia primaria quando si presenta all’inizio o nel corso del rapporto, quindi quando la penetrazione è in atto, mentre si definisce dispareunia secondaria il dolore che colpisce il basso ventre o i genitali dopo uno o più rapporti senza problemi.

Il dolore causato dal rapporto sessuale poi può essere superficiale, quando insorge nell’area genitale all’inizio della penetrazione, oppure profondo, solitamente nella parte bassa dell’addome, quando il pene entra più in profondità.

I sintomi variano dal fastidio al dolore acuto e lancinante, che non permette in alcun modo di continuare l’attività sessuale, con tutte le sfumature in mezzo. In alcuni casi si può provare anche bruciore o prurito ai genitali.

 

Quali sono le cause della dispareunia

Se ti ritrovi in uno dei casi descritti, potrebbe essere una buona idea rivolgerti al tuo ginecologo di fiducia, che sicuramente saprà aiutarti a trovare la causa e il rimedio del tuo problema.

La dispareunia infatti può trovare la sua origine in diverse condizioni, di cui alcune anche patologiche, e individuarle è il primo passo per risolvere il problema!

 

Il dolore che provi infatti può essere causato da un’infiammazione al collo dell’utero, oppure da un’infezione vulvo-vaginale, che può rendere il rapporto davvero spiacevole.

Un’altra causa di dolore intimo durante la penetrazione può essere rappresentata da lesioni dovute al parto: se hai avuto da poco un bambino, è normale prendere delle precauzioni, nel momento in cui torni ad avere una regolare vita sessuale con il tuo partner. Puoi chiedere consigli e informazioni al tuo ginecologo, o anche rivolgerti a un sessuologo, per affrontare questo momento della tua vita con la dovuta serenità.

 

Se invece sei in menopausa, è possibile che una normale atrofia vaginale porti a una secchezza delle tue parti intime, rendendo i tuoi rapporti molto meno piacevoli e in alcuni casi dolorosi. Il questo caso la soluzione è davvero dietro l’angolo: un buon lubrificante risolverà qualsiasi problema, come spieghiamo anche nel nostro articolo dedicato alla secchezza vaginale.

 

Se senti dolore durante la penetrazione, potrebbe anche essere per via di un utero retroverso: normalmente, la parte superiore dell’utero, che è mobile, si adagia in avanti nell’addome, ma in alcuni casi prende la posizione inversa, orientandosi all’indietro. Se questo è il tuo caso, non devi preoccuparti: non si tratta di una condizione patologica, ma è possibile che i rapporti sessuali siano particolarmente dolorosi, soprattutto in alcune posizioni. Sicuramente una visita dal ginecologo e una buona intesa con il partner ti aiuterà a trovare le posizioni migliori per vivere i rapporti senza dolori e fastidi.

 

Diversa invece è la situazione di chi soffre di endometriosi, una patologia che causa una crescita anomala della parte superficiale dell’endometrio, che continua a crescere anche fuori dalla cavità uterina. Questo risulta in aderenze e sanguinamenti fuori dalla norma durante le mestruazioni e non solo. Sono molte le donne che soffrono di endometriosi, anche se la patologia non è molto conosciuta, e il dolore durante i rapporti sessuali è solo uno dei sintomi.

Se sospetti di soffrire di endometriosi, rivolgiti al tuo ginecologo, che studierà con te il trattamento adeguato.

  

In moltissimi casi però gran parte del problema è psicologica. Prima di tutto, dopo aver provato dolore per una delle cause già citate, o magari a causa di un partner poco attento, è naturale collegare il rapporto sessuale con il dolore, e questo può generare paura dell’atto stesso. In altri casi invece un’educazione sessuale molto rigida e restrittiva, fobie e insicurezze, mancanza di autostima o problemi di varia natura all’interno della coppia possono entrare di prepotenza nella nostra vita sessuale, causando un irrigidimento eccessivo e dolore.

 

Rimedi e prevenzione: basta dolori durante il sesso!

Quando la dispareunia è causata da una patologia come l’endometriosi, è sicuramente necessario farsi prescrivere una terapia dal proprio ginecologo per risolvere il problema.

Nei casi in cui invece il dolore ha un’altra origine, o per coadiuvare la terapia farmacologica o chirurgica, possono essere d’aiuto degli esercizi di rilassamento muscolare: è infatti proprio un’eccessiva rigidità dell’area pelvica e dei muscoli della vagina a causare gran parte del dolore durante la penetrazione.

Di grandissima importanza è poi la consulenza con un sessuologo, ossia uno psicologo specializzato in problemi di coppia e sessuali, con cui potrai fare un percorso per arrivare finalmente a vivere con serenità e gioia la tua vita sessuale.

 

Può poi essere d’aiuto anche qualche accorgimento quotidiano, in particolare nell’alimentazione: evita gli zuccheri, che più facilmente causano candidosi e infezioni, bevi molta acqua ogni giorno e non esagerare con i cibi piccanti!

Non dimenticare poi di far respirare le tue parti intime, usando indumenti non troppo stretti e di materiali naturali, così come gli assorbenti durante le mestruazioni: meglio sceglierli in cotone!

Ricorda sempre che una vita sessuale sana e piacevole passa anche dal prendersi cura di sé nel modo giusto!